Perché gli animali giocano? Perché hanno bisogno di giocare, proprio come fanno i bambini

Per quanto sia un momento di crescita e di apprendimento, l’infanzia è anche un momento di gioia sfacciata.

Passatempi come sbandare giù per una collina innevata sulla tua slitta, volare da un’altalena di corda in un lago fresco in una calda giornata estiva, o anche solo un gioco di cattura sono parte integrante della crescita.

Ma le gioie della ricreazione non sono riservate solo ai bambini umani: anche i figli degli animali hanno la stessa probabilità di entrare in azione e alcune delle loro attività sono sorprendentemente simili alle nostre.

I giovani corvi tengono “competizioni” di body-surf lungo le pendici dei tetti invernali; i giovani elefanti creano improvvisati acquascivoli lungo le sponde fangose ​​dei fiumi; i gabbiani reali si cimentano nella loro versione di sacca aerea sostituendo le conchiglie ai proiettili pieni di fagioli.

Gli scienziati ritengono che per alcune specie animali, alcuni giochi e divertimento siano strettamente questo: giocare per il gusto del gioco, ma come per gli umani, altre forme di svago preparano i giovani ai rigori dell’età adulta.

“Il gioco è essenziale per lo sviluppo perché contribuisce al benessere cognitivo, fisico, sociale ed emotivo dei bambini e dei giovani”, ha scritto Kenneth R. Ginsburg sull’American Journal of Pediatrics .

“Il gioco offre anche un’opportunità ideale per i genitori di impegnarsi pienamente con i propri figli”.

Quegli stessi principi, a quanto pare, valgono anche nel regno animale.

“I cavalli… si sa che si dedicano al gioco non appena nascono. Una volta che possono camminare, iniziano immediatamente a galoppare, scherzare e sgroppare, di nuovo, affinando le capacità motorie di cui potrebbero aver bisogno quando saranno maturi”, osserva BBC Earth.

Gioca con uno scopo

Ma insieme alle abilità sociali e motorie, il gioco insegna agli animali anche le abilità essenziali per la caccia e la sopravvivenza.

Mentre le buffonate di simpatici gattini le capriole sono la roba che ha generato una miriade di video virali, che si tratti di un’opportunità per abbattere un topo errante o per evitare danni di fronte a un pericolo imprevisto, le loro buffonate da ninja potrebbero in effetti aiutare i gattini essere pronti quando la vita gli riserva una sorpresa.

Persino i predatori naturali, come i gheppi, usano il gioco per affinare le loro abilità di caccia esercitandosi con bersagli che sembrano vere prede quando sono giovani.

Negli oceani, i delfini inseguono gli anelli d’aria sottomarini per mettere a punto le loro abilità sonar.

E mentre non è chiaro perché i cuccioli di orso siano così giocosi per eccellenza, gli zoologi credono che almeno alcuni dei loro imbrogli abbiano uno scopo più serio che aiuti la loro sopravvivenza da adulti.

Uno degli aspetti più importanti dell’insegnamento del gioco è la socializzazione.

Al giorno d’oggi, per i bambini umani, ciò di solito significa le basi come imparare a condividere, lavorare di squadra e conoscere i confini.

Per gli animali, in particolare quelli che vivono in branchi, greggi o mandrie, il gioco (spesso sotto forma di combattimento ludico) impartisce una comprensione di dove ogni animale si inserisce nella gerarchia della comunità.

In modi che sono notevolmente simili all’addestramento che ricevono i bambini delle culture tribali tradizionali, è attraverso le regole del gioco che i cuccioli di leone, i cuccioli di canguro e i cuccioli di lupo scoprono e stabiliscono i ruoli che dovrebbero svolgere da adulti.

Ma per gli animali, non tutti i giochi di socializzazione riguardano la lotta o l’instaurazione del dominio.

In parte si tratta di imparare a essere genitori migliori, e questo implica come giocare con le bambole.

Anche se potrebbero non avere una carrozzina e un guardaroba elegante, le femmine di scimpanzé sono note per prodigare i loro bambini bambola con amore ed emulare le cure premurose delle loro stesse madri.

Quindi, sia che si diverta al pascolo, che si appenda a un albero o che si diverta nel surf, sembra che il gioco sarà sempre una parte intrinseca e divertente dello sviluppo sia umano che animale. Fonte goodnewsnetwork.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here